Centri d’ascolto cittadini

Il Centro di Ascolto è uno strumento di servizio che non va a sommarsi alle iniziative esistenti a livello ecclesiale e istituzionale esistenti sul territorio, ma che intende distinguersi per la sua connotazione di strumento interparrocchiale della carità, teso ad accogliere, ascoltare, orientare ed accompagnare chi si trova in difficoltà.

Vuole essere uno strumento che diffonde all’interno della comunità la cultura dell’attenzione e della solidarietà, che aiuta a vedere nel fratello il volto di Dio, sollecitando la corresponsabilità e l’impegno di tutta la comunità nel servizio della carità. Questi luoghi possono offrire un contributo prezioso al territorio e si prefiggono modalità di lavoro e di intervento che richiedono formazione ed aggiornamento continui e costante verifica del proprio operato.

Perchè i Centri d’ascolto?

  • l’evoluzione socio-culturale e soprattutto la complessità in cui si sviluppano esige una attenta analisi del territorio.
    Occorre maturare la capacità di analizzare ed interpretare la realtà sociale, di osservare con occhi attenti il contesto in cui i bisogni nascono e si diffondono, di ascoltare il territorio nella sua complessità.
    Il Centro di ascolto si dà l’obiettivo di essere strumento privilegiato di osservazione attraverso la costruzione di un Osservatorio delle Povertà e delle Risorse, una banca  dati, collegata con la banca dati della Caritas Italiana,  da cui osservare le modificazioni sociali e culturali del territorio di riferimento.
  • nascono inoltre da un lato dall’esigenza di fare comunione con le persone che, in situazione di difficoltà non hanno nessuno a cui rivolgersi per essere ascoltate e accompagnate e dall’altro di mettere insieme tutte le risorse che i Centri di Ascolto parrocchiali hanno maturato in questi anni migliorando la qualità complessiva dei servizi e la loro efficacia.

Il Centro di Ascolto è:

un luogo conosciuto dalla comunità, la cui presenza dovrebbe essere percepita come una risorsa nell’ambito del territorio;

uno spazio “personale e personalizzato”, uno spazio affettivo, relazionale,  per conoscere, per valorizzare, per ricevere e dare speranza;

un ambito dove mediare e incarnare, nella concretezza quotidiana, lo stile del vangelo fatto di attenzione, di condivisione e di sollecitudine;

un punto di riferimento per le persone in difficoltà che sanno dove trovare qualcuno che le accoglie e le accompagna alla conoscenza ed all’utilizzo delle risorse disponibili;

una antenna, un punto di osservazione privilegiato;

un “bacino di raccolta dati”, per la conoscenza delle situazioni di emarginazione presenti sul territorio.


Centro d’ascolto interparrocchiale “S. Paolo VI”
Forania di S. Gregorio Armeno, Nardò

Sede: Via Don Minzoni, Nardò
Orari di apertura:
lunedì e venerdì – ore 10.00/12.00 | mercoledì – ore 16.30/18.30

Servizi: prima assistenza sanitaria e previdenziale, consulenza e assistenza legale, segretariato sociale, consulenza linguistica e mediazione culturale, orientamento al lavoro, prima consulenza microcredito, sede Progetto Presidio.