Opere segno

Mensa della Comunità di Nardò

via Personè n. 8/10
73048 NARDO’ (LE)

Mensa della Comunità di Nardò

Inaugurata il 22 dicembre 2012 ha iniziato la sua attività nel mese di febbraio 2013: offre un pasto caldo ogni giorno dell’anno a chiunque ne abbia bisogno; il pasto può essere prelevato negli orari prescritti o consumato nella sede della mensa.

Ha sede nel centro storico, in via Personè 6/10 ed è gestita dalla Associazione “Farsi Solidali onlus”, braccio operativo della Caritas Parrocchiale della Cattedrale di Nardò.

La Mensa ha offerto in cinque anni e mezzo 155.934 pasti a 1.110 persone italiane e straniere, provenienti da 36 Paesi, prevalentemente africani. I due terzi dei pasti sono stati offerti a cittadini italiani.

Si accede alla Mensa attraverso il Centro di ascolto e i suoi servizi, dove operatori preparati accolgono gli ospiti e danno le prime risposte ai loro bisogni.

Mensa della Carità di Gallipoli

Via Carlo Muzio, 8
73014 GALLIPOLI (LE)

Mensa della Carità di Gallipoli

La Mensa della Carità “San Francesco d’Assisi” è espressione del desiderio delle Comunità parrocchiali di Gallipoli di essere prossime a coloro che, per svariati motivi, non possono permettersi un pasto caldo  quotidiano. Collocata al piano terra di quella che un tempo era la residenza del Vescovo, nel cuore del Centro Storico della Bella Città, è segno tangibile del cuore solidale di tutta la popolazione gallipolina.

Infatti, assieme ai volontari e ai benefattori provenienti dalle sei Parrocchie diramate nel territorio cittadino, prestano il loro generoso servizio anche uomini e donne di buona volontà che non fanno riferimento alle realtà ecclesiali, ma che condividono con esse la vocazione al servizio e alla valorizzazione della persona. In circa due anni di attività, la Mensa ha già distribuito oltre 21mila pasti venendo incontro alle prime necessità di tanti fratelli e sorelle che vivono nella precarietà affettiva, sociale ed economica. La gestione della Mensa è affidata ad un’Associazione di volontariato ONLUS fondata ad hoc. Ogni giorno si alternano almeno 4 volontari suddivisi tra i cuochi e coloro che svolgono attività di ausilio in cucina, pulizia e preparazione degli ambienti.

Agapolis

Via Arene/Lungomare Galilei
73014 GALLIPOLI (LE)

Agapolis

Agapolis è un centro di accoglienza notturna, situato a Gallipoli presso la Parrocchia S. Antonio di Padova in via Arene – Lungomare Galilei.

Il Centro, inaugurato il 1°luglio 2017, nasce per venire incontro alle numerose richieste di persone che, soprattutto durante la stagione estiva, raggiungono Gallipoli per lavorare e, non riuscendo a trovare un alloggio adeguato, si trovano costrette a dormire all’addiaccio.

Il centro d’ascolto, composto da 10 volontari che si alternano, valuta i bisogni delle persone, si accerta della regolarità dei documenti e fornisce, su richiesta, consulenza medica o legale.

Agapolis è nato grazie ad un Progetto di Caritas Nazionale e Caritas Diocesana e il contributo dell’8 per mille CEI. Per il futuro conta sulla collaborazione di Caritas Diocesana e le risorse della comunità e del territorio.

Casa di accoglienza "Madre del Cenacolo"

Via Tagliamento, 66
73042 CASARANO (LE)

Casa di accoglienza “Madre del Cenacolo” – Casarano

La Fraternità “Serve del Cenacolo” e la Fraternità “Servi del Cenacolo”, con sede in Casarano, operano nel campo del sociale, dell’accoglienza e del sostegno morale e materiale a singole persone e famiglie in difficoltà. Accolgono persone (madri con minori e gestanti presso le Serve del Cenacolo e uomini presso i Servi del Cenacolo) sino al recupero dell’autostima, dei rapporti sociali, familiari e lavorativi; forniscono il servizio Mensa di Solidarietà; assistenza e sostegno domiciliare e nelle strutture sanitarie operanti sul territorio; ascolto di quanti vivono momenti e relazioni difficili.

In particolare, le Suore Serve del Cenacolo gestiscono il Centro Diurno per bambini e si occupano del progetto “Messa alla Prova” per ragazzi inviati dal Tribunale dei Minori; mentre i Fratelli Servi del Cenacolo operano in convenzione UEPE (Ufficio per l’esecuzione penale esterna) con il Tribunale di Lecce e offrono accoglienza a quanti sono agli arresti domiciliari e non hanno un’abitazione propria.

Le Serve del Cenacolo al momento accolgono nella Comunità Alloggio (residenziale) per gestanti e madri con bambini 7 ospiti italiani e 5 ospiti stranieri e nella Mensa di Solidarietà 45 ospiti italiani e 35 ospiti stranieri; mentre nel Centro Diurno per minori (dai 6 anni in su) 10 ospiti italiani e 15 ospiti stranieri. I Servi del Cenacolo ospitano invece attualmente 7 ospiti italiani e 3 ospiti stranieri.