Avvento di Fraternità 2020 Pro “Fondo San Benedetto”

In questo tempo così controverso, concitato e pieno di incertezza, molti si interrogano su come trascorreranno le festività natalizie.

Sono interrogativi che hanno a che fare con il desiderio di riprendere le consuete abitudini, di stare insieme serenamente con amici e parenti e che riguardano anche l’economia.

La stampa e la televisione denunciano il rischio di “perdere” il Natale.

Di quale Natale parliamo?

Mai come in questo tempo siamo chiamati a riscoprire la tenerezza di in un Dio che viene nel mondo con discrezione ed essenzialità, lontano dalle logiche del potere, della ricchezza e dell’apparire proprie dell’umanità di ogni tempo.

Solo chi ha il cuore libero dagli idoli e aperto alle novità dello Spirito Santo può tornare a sentire la voce degli angeli che annunciano una grande gioia e avere il coraggio di mettersi in cammino verso Betlemme, come i pastori.

Avvento è tempo di attesa, di ascolto, di sequela e conversione.

Ecco perché abbiamo scelto i pastori come icona di questo tempo d’Avvento.

Quest’anno, difficile per tutti, non può lasciarci indifferenti ai problemi che tante famiglie stanno affrontando, esattamente come la Santa Famiglia di Giuseppe e Maria con Gesù Bambino.

La colletta della 4^ Domenica d’Avvento sarà, perciò, devoluta al “Fondo San Benedetto” istituito proprio per sostenere le famiglie e i lavoratori.

Confidiamo nella generosità personale di ciascuno; che sappia coinvolgere tutti, anche i più scettici.

Buon cammino di Avvento
Don Giuseppe Venneri
direttore Caritas Diocesana Nardó-Gallipoli
Leggi di più...

15 Novembre 2020 – IV Giornata Mondiale dei Poveri

Si celebrerà il prossimo 15 Novembre la IV Giornata Mondiale dei Poveri che Papa Francesco ha dedicato al tema "Tendi la tua mano al povero" (cfr Sir 7,32), titolo del Messaggio diffuso il 13 giugno scorso. Don Giuseppe Venneri (Direttore di Caritas Diocesana): "Papa Francesco ci rammenta, sempre con più insistenza, che al centro di ogni azione ci deve essere il primato della persona umana. I Poveri sono vittime di ingiustizie umane che minano, spesso, la loro dignità di persone. Il Vangelo, l'esperienza di vita cristiana, quale buona notizia, ci ricorda che Gesù si identifica con i poveri e quindi essi sono sacramento di Cristo; il povero diventa luogo teologico dove sperimentare l'incontro con Cristo. Il Cristiano, allora, deve impegnarsi a restituire speranza a questi fratelli che vivono nella difficoltà mettendo al centro il primato della persona. Tutti sperimentiamo il bisogno di una mano tesa, tutti abbiamo sperimentato nella nostra vita situazioni di fragilità. E' bene quindi ricordarsi sempre che saremo giudicati sull'amore di carità. L'unico modo per abbattere i muri di divisione e pregiudizio che vengono eretti da certe filosofie e proposte ideologiche che spesso si tramutano in azioni politiche è vivere coerentemente il Vangelo, divenendo come Cristo, segno di contraddizione. La Carità azzera le distanze! Riflettere su questi temi e promuovere esperienze di riflessione e confronto è lo scopo della Caritas. Liturgia e Carità devono essere espressione della medesima Fede in Cristo." Caritas Diocesana lancia, dunque l'iniziativa "La Carità azzera le distanze. A questo link il Messaggio del Santo Padre http://www.vatican.va/content/francesco/it/messages/poveri/documents/papa-francesco_20200613_messaggio-iv-giornatamondiale-poveri-2020.pdf
Leggi di più...

Apertura del Centro d’Ascolto Inter Parrocchiale a Copertino

Prosegue con costanza e determinazione in processo di rinnovamento e riforma del volto della Caritas Diocesana attraverso il coinvolgimento delle Caritas Parrocchiali. Domani, 18 ottobre alle ore 16:30, a Copertino, nei locali adiacenti alla chiesa di San Giuseppe Patriarca, alla presenza del Vescovo Fernando, del Sindaco Sandrina Schito e del Direttore di Caritas Diocesana Don Giuseppe Venneri verrà inaugurato il Centro d'Ascolto Inter Parrocchiale "Padre Egidio Merola". La costituzione dei CdA cittadini permette di vivere la dimensione sinodale della Carità attraverso il confronto tra gli operatori che sono espressione delle parrocchie della Città e di offrire un'accoglienza e un accompagnamento puntuale, aggiornato e unitario. Accanto ad una dimensione più ecclesiale e pastoralmente in sintonia con i segni dei tempi è d'importanza fondamentale una lettura più puntuale, aggiornata e dinamica del territorio in cui il CdA vive e opera; il CdA, infatti, prima che essere un luogo è un tempo in cui si vive l'ascolto e l'accoglienza, essendo espressione del volto della Chiesa che con premura vuole prendersi cura delle povertà senza avere la pretesa di risolverne cause ed effetti. Il CdA di Copertino si inserisce nella rete degli altri CdA Inter parrocchiali di Nardò, Gallipoli, Casarano, Taviano.  
Leggi di più...

Mensa della Comunità di Nardò: diffusi i dati da gennaio a settembre 2020

"Da cinque pani e due pesci il Signore Gesù moltiplicò per una moltitudine di persone. Perchè Dio è così: non retribuisce ma distribuisce. Dio è distributista perchè non solo condivide ma ci rende partecipi e corresponsabili della sua provvidenza. Così anche noi diventiamo provvidenza per i fratelli. Grazie, allora, a Dio perchè ancora possiamo dirci fratelli nel servizio verso i poveri. Nella Mensa della Comunità a Nardò vogliamo ringraziare chi cucina, chi distribuisce i pasti, che rassetta e chi dona permettendo di svolgere questo delicato servizio." Con queste parole Don Giuseppe Venneri, Direttore della Caritas Diocesana, ha salutato la diffusione dei dati sui pasti distribuiti dalla mensa di Nardò nel periodo che va dal 1 gennaio al 21 settembre. "Sono dati che ci devono far riflettere - aggiunge il coordinatore della Mensa, il Diacono Salvatore Polo -  perchè raccontano un'emergenza economica reale e costante. Il Covid ha davvero eroso l'economia delle famiglie aumentando il divario tra ricchi e poveri e aumentando, purtroppo, il numero quanti vivono in situazioni di difficoltà. Sono dati reali, i nostri, perchè frutto di ascolto e accompagnamento delle persone servite. I numeri raccontano il dramma e l'impegno e, lungi dall'essere un mero dato statistico, sono per noi i volti di quanti sosteniamo con dedizione e impegno". Ecco i dati: 40.473 pasti erogati dal 1 gennaio al 21 settembre 2020; nello stesso periodo del 2019 i pasti erogati sono stati 22.832.
Leggi di più...

Aspasso around Italy a Opera Seme

Si terrà il 21 agosto alle ore 18:00 nella bella cornice della sede del Progetto Opera Seme (SP Galatone-Galatina) un interessante incontro con i produttori italiani di biciclette per trasporto di persone con diverse disabilità. L'incontro è inserito nelle attività del nostro Progetto. Vogliamo sensibilizzare le amministrazioni pubbliche locali a lavorare per favorire una sempre maggiore integrazione delle persone disabili soprattutto attraverso una mobilità sostenibile ed ecologica. In questa stessa occasione presenteremo uno splendido lavoro editoriale di Sergio Santinelli "D COME DONNE DISABILITA' DIRITTI" , attuale e di grande spessore culturale ed artistico.        
Leggi di più...

COVID-19: al via la campagna “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”

Il 55% di persone nel mondo oggi vive senza alcuna tutela sociale. Hanno perduto i diritti umani fondamentali come quelli dell’accesso al cibo, alla salute, al lavoro dignitoso, e si ritrovano privi di ogni tipo di protezione e ancora più vulnerabili.

Così accade in America Latina, in India, in alcuni paesi dell’Asia del Medio Oriente, dei Balcani e dell’Europa dell’Est, mentre l’Africa purtroppo potrebbe presto riconfermare il triste primato della disperazione.

  Il virus accelera la sua corsa, soprattutto nelle regioni più povere, nella scorsa settimana il numero di vittime e di contagi è tanto aumentato da essere pari a quello registrato negli scorsi tre mesi, da quando l’OMS ha dichiarato la pandemia. Una vera catastrofe umanitaria su scala globale, una pandemia che amplifica le povertà, che toglierà i diritti umani basilari a più di un miliardo di persone, riportando il mondo indietro di oltre cento anni secondo quanto indicato dal WFP – Word Food Programme.

Caritas Italiana e FOCSIV in questa emergenza hanno unito le forze in un’alleanza “per amore degli ultimi”, perché senza una visione d'insieme non ci sarà futuro per nessuno.

Oggi 8 luglio, Giornata Internazionale del Mediterraneo, Caritas Italiana e FOCSIV lanciano la Campagna “Dacci il nostro pane quotidiano”

Un’occasione di impegno e mobilitazione per tutti, in primo luogo per sensibilizzare le comunità cristiane e tutta l’opinione pubblica per preparare insieme il domani di tutti, senza scartare nessuno, riflettendo e impegnandosi sui temi della fame, della povertà, del lavoro, dell’educazione, delle disuguaglianze anche basandosi sugli approfondimenti che verranno proposti mensilmente sul sito www.insiemepergliultimi.it. Una Campagna volta a sollecitare un gesto concreto per sostenere gli interventi nelle varie aree del mondo delle Caritas e dei soci FOCSIV – 62 interventi in Africa, Medio – Oriente, Asia, America Centrale, America Latina, Europa dell’Est e Balcani - affinché si possa concretizzare un’azione semplice: “Condividi il pane. Moltiplica la speranza”. Una campagna che si avvale della partnership di AgenSIR, Agenzia DIRE, L’Osservatore Romano, Avvenire, Famiglia Cristiana, FISC – Federazione Italiana Settimanali Cattolici, TV2000, Radio INBlu, Radio Vaticana, Vatican

Leggi di più...

Diretta Web: “La concretezza della carità”

Questa sera alle ore 19:30 trasmetteremo la diretta web in cui illustreremo le iniziative sostenute durante il lock down e i progetti in fase di avvio per sostenere quanti sono in difficoltà a causa della crisi generata dalla pandemia. La carità non si ferma. Puoi seguire la diretta web sulla Pagina Facebook di Caritas Diocesana di Nardò-Gallipoli oppure sul Canale YouTube della Diocesi di Nardò-Gallipoli   https://youtu.be/5M0LvMko54g
Leggi di più...

Online il Sussidio Diocesano: “L’annuncio del Vangelo nel tempo del Covid-19”

“A tal fine ho la gioia di presentare questi sussidi che i direttori di alcuni ambiti hanno elaborato. Vi esorto ad accoglierli e a farne tesoro in questa seconda fase del coronavirus, per studiare, maturare obiettivi e soprattutto pregare.” Con queste parole il nostro Vescovo Fernando presenta alcuni contributi degli uffici diocesani che vengono consegnati in questo sussidio come un dono che intende porsi a servizio del discernimento comunitario di ogni parrocchia e di ogni fedele, perché nell’esperienza della sinodalità, possiamo valorizzare il tempo presente per avviare e sostenere il passaggio da una pastorale di conservazione a una pastorale missionaria. Clicca sul link per scaricare il sussidio https://www.diocesinardogallipoli.it/lannuncio-del-vangelo-nel-tempo-del-covid-19/
Leggi di più...

8xMille alla Chiesa Cattolica:più di una firma, una scelta.

Un piccolo gesto, una grande missione.

Ogni anno hai la possibilità di destinare l'8xmille alla Chiesa Cattolica. È un piccolo gesto d'amore, semplice come una firma. Come e dove metterla cambia in base al Modello che utilizzerai: Modello CU, Modello 730, Modello Redditi.

Grazie alla tua firma possiamo continuare a garantire i tanti servizi a sostegno di quanti si trovano in situazioni di bisogno, progettare attività e opere sul territorio come le mense, i dormitori, i centri d'ascolto e tanto altro. Firmare per destinare l'8xmille alla Chiesa Cattolica è molto più di una firma: è una scelta, libera e responsabile di chi si sente parte di una comunità, la sostiene e garantisce che non venga meno alla sua identità. Su www.8xmille.it potrai visualizzare il rendiconto e scoprire tante importanti novità sui progetti.
Leggi di più...

Settimana LAUDATO SI’

Il 2020 celebra il quinto anniversario della Laudato Si’, firmata il 24 maggio 2015.

L’Enciclica di Papa Francesco sulla cura della nostra casa comune è fonte di ispirazione durante i momenti di difficoltà. Ci incoraggia a riflettere sui valori che condividiamo e a creare un futuro più giusto e sostenibile.

Il tema della Settimana Laudato Si’ è “tutto è connesso”. Durante la Settimana Laudato Si’, ci riuniremo da tutto il mondo come se fossimo una persona sola per discernere in preghiera gli insegnamenti di questo momento. Mentre il mondo vive una crisi che passerà alla storia, noi riflettiamo e ci prepariamo a costruire un mondo migliore.

La Laudato Si’ è stata accolta come un documento di una profonda e costante bellezza e ha spinto le persone di tutto il mondo a riflettere in maniera più approfondita più sul Creatore e il creato. La visione dell’ecologia integrale contenuta in essa, che intravede connessioni tra il modo in cui trattiamo Dio, la natura e ci trattiamo l’un l’altro, offre verità semplici ma profonde sui legami che ci uniscono.

Per partecipare ai tanti seminari, alle iniziative formative e al momento di preghiera mondiale clicca al link: https://laudatosiweek.org/it/home-it/
Leggi di più...